venerdì, Luglio 19, 2024

ROMA NEWS

LEGGI ANCHE

Kroos: “Sono giorni che sto male. Parliamo della Spagna fino alle 6 del mattino, che grande delusione”

© foto di  

Toni Kroos aveva probabilmente immaginato un addio al calcio molto diverso da quello che sta vivendo ora. La delusione palpabile di un campione come lui si manifesta chiaramente dopo un’eliminazione dall’Europeo, nonostante la sua bacheca sia già ricca di trofei.

Delusione e riflessioni post-partita

A giorni dalla sconfitta subita contro la Spagna, l’ex giocatore del Real Madrid sembra non aver ancora superato l’amarezza. “L’ultima volta che ho provato un vuoto così grande è stato nel 2012, quando con il Bayern Monaco perdemmo la finale di Champions League contro il Chelsea” – ha rivelato nel suo podcast “Einfach mal Luppen”. Il viaggio di ritorno “è stato lunghissimo: la delusione era palpabile e siamo rimasti in silenzio per tre ore. Poi abbiamo iniziato a parlare e abbiamo continuato fino alle 6 del mattino, discutendo su cosa avremmo potuto fare meglio e cosa sarebbe potuto cambiare”.

L’esempio di Pascal Groß

Un esempio emblematico della situazione è quello di Pascal Groß: “Era incredibilmente deluso, cosa che non si può nemmeno immaginare. È normale che chi gioca meno possa sentirsi meno coinvolto, ma non era affatto così. Questo gruppo non è composto solo da grandi calciatori, ma anche da persone straordinarie”.

Questo episodio sottolinea quanto sia importante non solo il talento individuale, ma anche lo spirito di squadra e l’umanità dei giocatori. La delusione, che colpisce anche i campioni, evidenzia la loro passione e il loro impegno sul campo.

LIVE NEWS